Villa De Portis, chiuso il terzo stralcio

E’ finalmente terminato il terzo stralcio dei lavori per il restauro di Villa De Portis. Lo spazio recuperato sarà destinato ai giovani, per incontrarsi, organizzare incontri, fare e ascoltare musica. E questo anche per rispettare la volontà della defunta contessa Anna De Portis, che nel lascito al Comune delle sue proprietà ha posto questa clausola come condizione. L’intervento ha comportato la realizzazione di opere fondamentali come il rifacimento degli infissi del piano terra, dell’impianto elettrico e di quello idraulico.
“Ora stiamo lavorando per ottenere le risorse che ci permettano di mettere mano al quarto stralcio dei lavori – dice l’assessore al Patrimonio del Comune di Loreggia Livio Genesin – che prevede il recupero del piano superiore e della barchessa. Si tratta comunque di un intervento che ridarà un’identità a un bene del nostro Comune e che caratterizzerà la vita sociale e culturale di Loreggia per i prossimi anni”. Con il primo e il secondo stralcio si è provveduto a mettere in sicurezza la struttura, con opere di consolidamento dei solai, la bonifica dall’umidità, il restauro delle coperture lignee e degli intonaci. “Non avremmo mai potuto lasciare andare in rovina un simile patrimonio – dice il sindaco Fabio Bui – e siamo riusciti a metterlo in sicurezza senza gravare sulle casse comunali. I lavori sono avanzati con lentezza proprio perché abbiamo deciso di realizzarli con finanziamenti esterni”.

Categorie: loreggia Territorio
Tags: Villa De Portis