Presentato al tavolo dell’Ipa il “Documento programmatico Camp 2020”

Dopo essere stato presentato ai sindaci riuniti in giunta della Federazione dei Comuni del Camposampierese, è stato approvato all'unanimità dal tavolo dell’Ipa il “Documento Programmatico Camp 2020”, sintesi del percorso formativo svolto durante la primavera ed estate scorsa per elaborare la nuova visione del Camposampierese - da qui ai prossimi 10 anni - per la crescita e lo sviluppo del territorio.
Il documento è stato presentato dal direttore della Federazione dei Comuni del Camposampierese Luciano Gallo. Partendo dall’intuizione che “lo sviluppo parte dal territorio” e da un’analisi specifica del Camposampierese, sono stati individuati quattro ambiti d’intervento (la città impresa, la città nel giardino, la città dei campanili e la città delle opportunità per tutti), declinati in dieci target specifici per quest’area, che si strutturano a loro volta in 14 iniziative. L’agenda applica sul territorio i cinque obiettivi individuati da Europa 2020, la strategia che punta a rilanciare l'economia europea con una crescita intelligente, sostenibile e solidale. Indicando queste tre priorità, l’Unione Europea intende aiutare gli Stati membri a raggiungere, entro il 2020, cinque obiettivi fondamentali: occupazione, innovazione, istruzione, integrazione sociale e clima/energia.
Il “Documento Programmatico Camp 2020” punta ad attirare i fondi destinati a questi obiettivi dai bandi dell’Unione europea.
Il tavolo dell’Ipa ha anche approvato due progetti destinati a concorrere ai relativi bandi. Uno per l’istituzione di laboratori territoriali per l’occupabilità, proposto dall’Istituto superiore Newton di Camposampiero, che concorrerà ad un bando emesso dal Miur. Il progetto è stato illustrato dalla dirigente scolastica Mariella Pesce. Il presidente del mandamento Upa del Camposampierese Galdino De Marchi ha invece illustrato un progetto elaborato insieme alla Federazione dei Comuni e allo Iuav di Venezia per la riqualificazione del patrimonio immobiliare del territorio, che concorrerà al programma europeo Med e sarà presentato ufficialmente il 2 novembre. Il vicepresidente Ipa, rappresentate delle categorie economiche del Camposampierese, Mario Cortella ha infine annunciato che sta arrivando a conclusione il progetto per la creazione di una rete di imprese con il Banco Popolare di Verona. Il progetto, ha detto Cortella, “è destinato a segnare una svolta nel rapporto tra credito e piccola impresa e sarà presentato ufficialmente a Massanzago alla presenza di tutti i sindaci del territorio e dei rappresentanti delle associazioni di categoria”.

Categorie: Camp2020 Europa
Tags: Europa 2020|Camp 2020|Ipa Camposampierese