Matteo Valerio con il suo violino si esibirà al Quirinale

Esibirsi al Quirinale assieme ai migliori giovani musicisti di provenienza internazionale riuniti da un direttore d’orchestra di assoluto prestigio come Paolo Olmi, non è un privilegio che capita a molti. Ad avere l'onore a suonare di fronte al Presidente della Repubblica l'11 dicembre in diretta su Radio 3 alle 11.30, è Matteo Valerio, un ragazzo di venticinque anni residente a Santa Giustina in Colle.
Matteo ha iniziato a suonare il violino a sette anni, un po' per curiosità un po' perché i suoi genitori sono entrambi musicisti e insegnanti di musica. A dodici anni si è iscritto al conservatorio Pollini di Padova sotto la guida del maestro Glauco Bertagnin e dopo aver concluso il percorso con il massimo dei voti ha deciso di approfondire gli studi in Belgio, nella città di Mons, con il maestro Eliot Lawson. Ma come ogni diploma, la fine degli studi non è mai un punto di arrivo, ma punto di partenza. “Tra le maggiori soddisfazioni c'è quella di essere entrato nell'orchestra giovanile olandese lo scorso anno con cui ho suonato in tutta l'Olanda e la Germania, fra cui Amsterdam, Utrecht, Rotterdam, Berlino – ha raccontato - e due anni fa sono stato invitato dalla radio Veneto Uno per parlare della mia carriera. La radio sostiene il suo ensemble 'I solisti di radio Veneto Uno' con i quali ho avuto l'onore di suonare al parlamento europeo e all'ambasciata italiana a Bruxelles. Mentre recentemente sono stato ammesso nell'orchestra giovanile italiana con la quale inizierò a collaborare da fine dicembre. Queste realtà sono riservate ai migliori studenti sotto i 26 anni, per questo sono orgoglioso di poter farne parte e di portare una piccola parte di Santa Giustina in Colle in giro per l'Europa e per il mondo”.
Il 4 dicembre Matteo Valerio partirà in tournée con un'orchestra composta da alcuni tra i più talentuosi giovani europei, fra cui il fratello flautista Niccolò Valerio, con il quale si esibiranno a Roma per approdare, subito dopo, in Palestina e in Israele. Nell'ultima data invece, il 15 dicembre, si esibirà come solista nelle Quattro Stagioni di Vivaldi a Matera. “Mi sento davvero onorato di far parte di questa orchestra e non vedo l'ora di partire! - ha affermato -. Perchè il mio sogno è riuscire a vivere suonando per il resto della mia vita. Per me è una costante di ogni singolo giorno, siamo quasi come degli atleti: ogni giorno ci riscaldiamo, consolidiamo la tecnica e studiamo il repertorio. È qualcosa di importante che mi ha accompagnato per la maggior parte della mia vita e che mi ha formato, facendomi diventare anche la persona che sono”.

Tags: MATTEO VALERIO