Gran Concerto di Natale. Auguri, solidarietà ed inclusione, in musica

Che Natale sarebbe senza musica? E se la colonna sonora che allieta e accompagna il periodo natalizio fosse a scopo inclusivo? Ad essere protagonista al Gran Concerto di Natale della Federazione dei Comuni del Camposampierese, organizzato da MusicalMente Orchestra e Rotary Club Camposampiero, è l'associazione Aiutismo per sensibilizzare il pubblico verso l'integrazione sociale e il miglioramento della qualità di vita delle persone con autismo.
L'associazione Aiutismo nasce per iniziativa di un gruppo di genitori con figli con disturbi dello spettro autistico che sperimentando il valore positivo dello scambio reciproco di idee e di sostegno, hanno deciso di costituire un'associazione con l'intento di condividere, con una sempre più ampia rete di famiglie, nuovi progetti e nuove esperienze.
L'obiettivo è aiutare bambini, ragazzi, adulti affetti da autismo ad inserirsi nella propria comunità, consentendogli di trovare una propria dimensione di vita autonoma ed indipendente. L'associazione si propone anche di sensibilizzare l'opinione pubblica, enti e scuole ampliando l'informazione-formazione su questa patologia. “Tutti i bambini hanno dei sogni, anche i bambini con autismo – ha raccontato Karin Bolzonella, membro dell'associazione – e pensano al loro futuro e voi potete aiutarli. Come? Accogliendoli. Se li ascoltate possono avere una forza in più per riuscire nella loro difficoltà a superare la loro difficoltà nella relazione, nel parlare con gli altri e nella loro forte ansia ed emozione”.
L'appuntamento con la solidarietà quest'anno ha previsto due date aperte al pubblico: dopo la serata di ieri, sabato 17 a Camposampiero al teatro Ferrari , quella di oggi, domenica 18 alle 17 a Piombino Dese al teatro Moro.
Due ore di spettacolo con musica dal vivo, voci, coreografie; tre cori di giovani professionisti, e non, del territorio come il gruppo Legature Sonore formato da ragazzi con sindromi diverse e dai loro genitori; ventitré orchestrali professionisti; diciotto brani; due scuole di danza e diversi ballerini professionisti e diciotto testi narrativi composti per l’occasione. Costo del biglietto 10 euro, ridotto 5 euro. L'intero incasso sarà devoluto all’associazione.
Ieri mattina al teatro Ferrari i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado di tutti i comuni della federazione hanno potuto assaggiare quello che sarà il vero e proprio Concerto di Natale con un momento di approfondimento e confronto pensato appositamente per loro, scoprendo finalmente i vincitori del concorso. Il concorso, promosso dal Rotary Club Camposampiero, ha visto gli alunni delle classi seconde rappresentare su un cartellone un'azione di inclusione autentica. E i ragazzi, senza troppi giri di pennello, hanno dato vita ai colori della diversità, una diversità da accogliere, proteggere e custodire.
A vincere il primo premio, l'elaborato della sezione A dell'istituto di Massanzago. Il secondo è stato assegnato alla sezione C dell'istituto di Camposampiero e il terzo alla sezione C dell'istituto di Borgoricco.
Per chi fosse interessato, l'associazione ha da poco realizzato un video, visionabile cliccando qui. In più è possibile contattarli su Facebook e sul sito.

Tags: AIUTISMO|AUTISMO|TEATRO FERRARI|ROTARY CLUB CAMPOSAMPIERO