Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia. Un giardino di carta fatto dai bambini

Un tappeto di fiori e foglie colorate decora da qualche giorno l’atrio del comune di Villa del Conte dipingendo allegramente lo stupendo giardino dei diritti del bambino. Da lunedì 21 novembre i municipi di Loreggia e Villa del Conte accolgono infatti la vivace testimonianza degli alunni di tutte le scuole primarie e secondarie dell’Istituto Comprensivo di Loreggia-Villa del Conte sulla Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia. Storia alla mano, i diritti dei bambini sono stati definiti nel 1989 grazie a una convenzione dell’Organizzazione delle Nazioni Unite, un accordo tra numerosi paesi che hanno deciso di obbedire alle stesse leggi per garantire un’infanzia serena a tutti i bambini del mondo. La bella e particolare iniziativa proseguirà fino a venerdì 25 novembre ed è compresa nel progetto nazionale “Verso una scuola amica 2016-2017”, indetto dall’Unicef con il patrocinio del Miur e prevede lo svolgimento di varie attività nell’arco dell’intero anno scolastico. “Da febbraio 2017 – spiega Luisa Pertile, l’insegnante referente del progetto - l’Istituto svilupperà nello specifico un percorso sul diritto al “gioco” allestendo laboratori attivi all’interno delle scuole rivolti prima ai docenti e poi agli studenti, con il supporto di esperti e appassionati di giochi in scatola. I laboratori coinvolgeranno tutte le trentaquattro classi di scuola primaria e alcune classi di scuola secondaria di primo grado, per un totale di circa 800 studenti”. Spiegando poi il motivo che sta alla base dell’iniziativa aggiunge: “È importante rendere i bambini e i ragazzi più consapevoli dell’esistenza di una convenzione sui loro diritti per metterli al corrente dei gravi problemi che affliggono molti bambini nel mondo, dalla guerra allo sfruttamento del lavoro minorile e alla povertà. Il filo conduttore del gioco vorrebbe non solo rispettare quello che è un diritto di ogni bambino, ma garantire buone pratiche all’interno delle nostre scuole, mirate a didattiche inclusive che favoriscano e sviluppino abilità sociali, comunicative, e creative”.

Tags: |Giornata Mondiale dei Diritti dell’Infanzia|scuole|primarie|secondarie|Miur|Unicef|Luisa Pertile|