Quando la musica spezza tutte le barriere. Il coro Name al reparto di oncologia

Note di coraggio e che scaldano il cuore al reparto di Oncologia all'ospedale di Camposampiero. Un regalo che il coro N.a.m.e. dell'Accademia Filarmonica ha voluto fare ai pazienti per augurare buon Natale, vivendo un momento di spensieratezza, di allegria con la semplice voglia di stare insieme.
E a dimostrare che la musica non solo varca ogni confine, ma che spezza anche quelli fra medici e pazienti, la nuova componente del coro, Marta Mion, medico del reparto che ha tolto il camice bianco per indossare l'abito da corista. “Questo momento vuole essere un modo per augurare a tutti buon Natale e buon cammino, perchè quello che facciamo in reparto è un cammino insieme e la musica è un ottimo compagno di viaggio, perchè va direttamente al cuore. La musica non ha pregiudizi, non ha barriere, non innalza muri, ma li sconfigge. E noi che siamo tutti i giorni oramai abituati e costretti a combattere contro una malattia, pensiamo che la musica possa darci un'arma in più per combattere e per vincere questa battaglia”.
Sotto la direzione di Gianluca Amore sono stati eseguiti brani classici natalizi e pop lasciando parlare la musica e le forti emozioni che suscita. Ad applaudire e festeggiare il primo Natale a Camposampiero, Teodoro Sava, nuovo direttore dell'unità operativa di oncologia dell'Ulss 15. “Per noi è un onore e un piacere ospitare il coro a conclusione di un anno splendido dovuto alle persone stupende che ho conosciuto e alla fortuna di lavorare con un gruppo meraviglioso”, ha affermato.

Categorie: camposampiero Sociale
Tags: CORO NAME|ACCADEMIA FILARMONICA|ULSS 15|ONCOLOGIA|NATALE