Coppa Italia giovanile. Gli arcieri della Decumanus Maximus salgono sul podio

E’ quando lo sport diventa vera e propria passione che un atleta dà il meglio di sé. Non per ottenere un risultato, o il fatidico primo gradino sul podio, ma perché nel momento in cui sta facendo quello che ama, non può che realizzarlo nel migliore dei modi: un tiro a rigore, una gara di nuoto o, come in questo caso, centrare l’obiettivo. Stiamo parlando di una disciplina sportiva che, purtroppo, come molte altre, non ha mai avuto la copertina. Ma il gruppo giovanile Arcieri Decumanus Maximus ha dimostrato, oltre ad un’ottima preparazione tecnica, un forte spirito di squadra. E’ proprio il 3 e il 4 dicembre che Laura e Alessia Borella, Riccardo Bonetto, Diego Cagnin, Leonardo Covre, Benedetta Garbujo e Nicole Minto hanno dimostrato che credendo al proprio sogno, ed impegnandosi per realizzarlo, possono arrivare molte sorprese: l’ultima di una lunga serie, la vittoria a Terni alla Coppa Italia di tiro con l’arco. Una soddisfazione molto grande per i ragazzi, per il presidente Lucio Grandis e l’allenatore Sandro Borella, e per tutti coloro che seguono e fanno il tipo per questi giovani campioni: in primis i genitori. Una disciplina che, per la maggior parte dei casi, viene vista come uno sport individuale ma che, invece, diventa ancora più importante quando è il gruppo a mettersi in gioco. «Tra le sedici squadre che hanno preso parte alla Coppa Italia, è stata una vera gioia vedere i nostri ragazzi vincere tutti gli incontri e classificarsi, in questo modo, al primo posto per il secondo anno consecutivo – commenta il presidente Grandis -. La più grande soddisfazione, però, non è tornare a casa con un premio, ma aver visto il sorriso sui volti dei giovani atleti che si sono impegnati e che hanno da subito creduto a questo obiettivo».

Sono ben 32 gli atleti che fanno parte della società di Borgoricco, che da qualche anno ha visto unirsi al gruppo anche i giovani arcieri di Volpago del Montello. Vale la pena di ricordare alcuni degli importanti risultati ottenuti e che, da dicembre del 2015, stanno continuando a  portare in alto in nome del gruppo: dalla vittoria, già allora, della Coppa Italia giovanile ad Ascoli Piceno, passando per i Campionati Italiani Indoor a Rimini, e ancora i Campionati Italiani Targa al Monte Argentario. Ben 7 le manifestazioni nazionali in cui, negli ultimi 12 mesi, i ragazzi hanno partecipando, aggiudicandosi ben 7 volte il primo posto, senza contare i 150 podi scalati nelle gare di calendario e ai Campionati Regionali. «Il settore giovanile è in continua crescita – aggiunge il presidente – e questo è molto importante, oltre ad essere una dimostrazione che molti ragazzi credono e imparano ad amare uno sport difficile e di precisione come lo è il tiro con l’arco». «Un grazie particolare vogliamo riservarlo ai nostri genitori, che ci sostengono durante le gare e ci accompagnano agli allenamenti, e agli allenatori Lucio e Sandro – commentano i ragazzi -. Loro hanno svolto una parte fondamentale durante la gara, e se oggi possiamo godere di questi risultati il merito va dato soprattutto a loro per il costante impegno nel farci crescere».

Categorie: borgoricco Sport
Tags: tiro con l'arco | decumanus maximus