BiblioAPE. La famiglia si allarga

L’Assemblea direttiva di BiblioAPE, svoltasi all’inizio di novembre, ha sancito l’ingresso nella rete della biblioteca di San Martino di Lupari che ora verrà formalizzato dai consigli comunali dei comuni convenzionati. «Si tratta di un’adesione estremamente significativa che rafforza ulteriormente un’esperienza di collaborazione che dura da quasi tre lustri», commenta il coordinatore della rete Carlo Toniato.
San Martino di Lupari conta 13169 abitanti, la biblioteca comunale ha un patrimonio di circa 31.000 volumi che saranno ora disponibili a tutti gli utenti della rete. Allo stato attuale, oltre a tutti i gli undici comuni del Camposampierese, fanno parte della rete quattro comuni dell’alta padovana: Cittadella, Galliera Veneta, Fontaniva, e, appunto, San Martino di Lupari.
Si tratta di realtà che hanno sposato la progettualità BiblioAPE ritenendola valida ed efficace portando in dote cataloghi importanti ed ottime strutture organizzative.  Per arrivare a questo traguardo hanno lavorato con impegno le amministrazioni coinvolte, ma soprattutto il personale delle biblioteche, che ha superato campanilismi e personalismi, accettando di mettersi in gioco, uscendo dal proprio orticello per abbracciare una visione d’insieme in grado di dare al territorio servizi bibliotecari moderni e all’altezza delle attuali esigenze di informazione e documentazione. 
BiblioAPE è gestita con risorse interne senza aggravio di costi di personale per i comuni e la collettività, attraverso una struttura “leggera” in cui la segreteria di rete (Biblioteca di Camposampiero) si rapporta con il personale delle biblioteche aderenti e con le amministrazioni per individuare obiettivi e priorità e portarli a compimento.
Questa infrastruttura leggera, che, di fatto, fa funzionare la rete, ha nell’assemblea direttiva (cui partecipano gli assessori alla cultura) e nell’assemblea tecnica (formata dai professionisti che lavorano nelle biblioteche) i propri organi di decisione e controllo. «La costruzione di una rete – sottolinea il coordinatore Toniato - sia essa semplicemente di relazioni oppure più concretamente assuma le sembianze di una rete di lavoro o addirittura istituzionale, come nel caso di BiblioAPE, favorisce sempre la realizzazione di politiche territoriali efficaci».
In un territorio come l’alta padovana, in cui la gestione coordinata di servizi è consolidata grazie a dinamiche di rete strutturate, BiblioAPE svolge oggi un ruolo importante offrendo servizi bibliotecari, cultura e documentazione a 15 comuni e più di 130.000 cittadini con un catalogo che può contare su quasi 300.000 documenti.
La ricaduta sul territorio è immediatamente percepibile attraverso i servizi che la rete eroga, tra i quali il prestito interbibliotecario ha assunto un’importanza rilevante, anche in ragione dell’aumentata richiesta da parte dell’utenza e della filosofia di BiblioAPE che si può sintetizzare con lo slogan: da utenti della biblioteca ad utenti della rete.

Sulla scorta della positiva esperienza maturata in questi anni, la rete proseguirà anche nel 2017 il rapporto di collaborazione con l’Associazione Pensionati del Graticolato Romano, Sezione Antea di Borgoricco, che mette a disposizione il personale e l’automezzo per il prestito interbibliotecario all’interno della rete. Si tratta di un esempio virtuoso di collaborazione tra istituzioni culturali e volontariato sociale che consente la realizzazione di un servizio molto richiesto con costi contenuti rispetto a quelli di mercato.
Recentemente, inoltre, la segreteria di rete ha rinnovato l’accordo con le altre reti provinciali per il prestito interbibliotecario su tutto il territorio della provincia, oltre che per l’assistenza informatica che viene fornita al software Clavis e per l’utilizzo di MLOL, Media Library On Line, che offre importanti opportunità all’utenza in tema di documentazione ed accesso a quotidiani, riviste, libri on line.

L’attenzione nei confronti della promozione del libro e della lettura contraddistingue BiblioAPE, fin dalla nascita. Tale sensibilità si è tradotta nel corso degli anni in attività di respiro sovracomunale, attuate da tutte le biblioteche.
Si tratta di un’azione rivolta a tutte le fasce d’età che viene realizzata, anche in forma coordinata: progetti lettura rivolti alle scuole, con redazione di bibliografie ragionate, fornitura testi alle biblioteche scolastiche, rappresentazione di spettacoli incentrati sul libro, interventi di esperti di animazione, incontri con autori e illustratori.
All’attività rivolta alla scuola verrà affiancata, anche nel 2017, una programmazione per la cittadinanza che prevede convegni, incontri e appuntamenti letterari, approfondimenti, mostre del libro, gruppi di lettura, a dimostrazione di una sensibilità nei confronti di queste tematiche rispetto alla quale le biblioteche del territorio vantano una lunga e consolidata tradizione.

Anche nel settore della promozione culturale BiblioAPE ha collaborato ad interessanti iniziative di rete, quali: Nutrimenti Culturali. Uno spettacolo di Emozioni nel Camposampierese ed alla rassegna Memoriae, dedicata al Giorno della Memoria e al Giorno del Ricordo; sono stati inoltre promosse mostre del libro e progetti lettura, come quello messo in atto dai lettori volontari, e gruppi di lettura spontanei, che si sono ulteriormente consolidati ed hanno dato vita ad un calendario di incontri in varie biblioteche della rete.

Un discorso a parte lo merita il progetto Nati per Leggere, finalizzato alla promozione della lettura nella fascia d’età 0 – 6 anni. Attraverso il coinvolgimento di genitori, insegnanti, pediatri, biblioteche, agenzie educative, lettori volontari, anche nel 2017 BiblioAPE organizzerà momenti di formazione, lettura e sensibilizzazione.
Una testimonianza significativa di questa attenzione nei confronti della lettura fin dai primi mesi d’età l’ha fornita BiblioApe negli ultimi mesi, realizzando alcuni momenti di formazione rivolti a genitori, nonni, baby sitter ed educatori. "In volo tra i libri con mamma e papà", questo il titolo dell’iniziativa, ha messo al centro la lettura ed i libri per piccolissimi, da 0 a 3 anni.

Per informazioni sulle attività e servizi erogati dalla Rete BiblioAPE:

Segreteria Rete Bibliotecaria Alta Padovana Est
Biblioteca Comunale di Camposampiero via Tiso, 12
Tel. 049 9300255
E- mail: bibliotecacsp@libero.it

Categorie: TUTTI i comuni Cultura
Tags: BiblioAPE | rete biblioteche