Armonia di Vie. Dedicata ad Albinoni e Haendel la rassegna che si chiuderà il 29 gennaio

Tra le iniziative di rete promosse nei comuni del Camposampierese, Armonia di Vie, giunta alla sesta edizione e inserita anche quest’anno nella programmazione di Rete Eventi, è senz’altro una delle più originali in quanto coniuga esigenze ed obiettivi tra loro complementari: offrire ai giovani musicisti del territorio l’opportunità di esibirsi, dando così risalto al lavoro delle numerose associazioni e formazioni musicali presenti nel Camposampierese; restituire, valorizzati dall’arte, in questo caso dal linguaggio musicale, i luoghi del territorio: chiese, ville, teatri, parchi, dando vita ad un’operazione culturale dalla forte valenza identitaria. Spesso, infatti, questi siti sono poco noti, quando non addirittura sconosciuti alla cittadinanza al di fuori delle occasioni in cui aprono le porte per consentire la realizzazione di eventi musicali come quelli proposti dal festival.
La rassegna si propone inoltre di favorire la diffusione della cultura musicale anche attraverso la realizzazione di concerti ad ingresso gratuito pur mantenendo elevato il valore artistico della proposta.
Attraverso la promozione, realizzata in maniera coordinata ed omogenea, viene infine raggiunto l’obiettivo di contenere i costi di realizzazione, proponendo sul territorio il medesimo evento in più occasioni e impiegando contributi finanziari provenienti sia da enti pubblici che da privati e associazioni sensibili alla diffusione capillare della cultura nel Camposampierese.
Quest'anno il programma ha seguito due filoni: uno dedicato alla Musica da Camera con Tomaso Albinoni e i suoi “Concerti a Cinque” con violini, oboe, violetta, violoncello e basso continuo. Ad Albinoni è stato abbinato Mozart a Trebaseleghe il 24 settembre, Vivaldi a Campodarsego il 5 novembre e Telemann a Massanzago il 3 dicembre; l'altro filone, ha visto protagonista l’Orchestra Facco e il coro Polifonica Benedetto Marcello di Mestre che hanno dato vita al  "Messiah" di Georg Friedrich Händel, l'8 dicembre in chiesa a Piombino Dese, esibizione bissata il 18 dicembre nella chiesa di Santa Sofia, in occasione della prima e fortunata trasferta del festival a Padova.
L’ultima tappa della rassegna è in programma a Camposampiero il 29 gennaio con il violinista tedesco Fabian Rieser che suona nei Wiener Philarmoniker. L’appuntamento per un viaggio musicale nella Mitteleuropa tra ‘700 e 800 è alle 16.30 nel piano nobile di villa Campello

Categorie: camposampiero Cultura
Tags: villa campello | armonia di vie | Albinoni | Haendel